Bandi di concorso

Qui sono disponibili gli attuali bandi di concorso pubblici della Fondazione.

Attenzione: la Fondazione Anny Klawa-Morf non è una fondazione donatrice. Pertanto non fornisce mezzi finanziari senza condizioni (maggiori informazioni sono disponibili qui).

Bando di concorso «La città come laboratorio: ripensiamo la partecipazione politica»

Quali sono i modelli e le possibilità per aumentare e ripensare la partecipazione politica? Negli ultimi anni è ripresa con intensità l’organizzazione di iniziative e associazioni nelle aree urbane. Inoltre le tecnologie digitali offrono svariati modi per partecipare. Anche la partecipazione al livello «più basso», quello del comune e del quartiere, diventa sempre più rilevante. È stata proprio la pandemia a dimostrare l’importanza di una comunità intatta cui possano partecipare quante più persone possibile.

La Fondazione Anny Klawa-Morf desidera avviare progetti di formazione politica riguardanti le questioni sopra descritte con particolare riferimento ai modi di partecipazione a bassa soglia. Siamo interessati a idee e progetti che possano essere applicati nella pratica o che trovino già applicazione. Siamo aperti a svariati formati e progetti di divulgazione. La realizzazione può assumere la forma di una relazione di un evento oppure di un progetto pratico, una pubblicazione, un filmato o un’opera artistica.

Scadenza dell’invito a presentare proposte: dal 22 marzo al 22 aprile. Tutte le informazioni dettagliate sull’invito a presentare proposte e l’ammontare del possibile finanziamento del progetto possono essere trovate qui.

Bando di concorso chiuso

La Fondazione Anny Klawa-Morf ha concluso la procedura per il bando di concorso «Vivere con il coronavirus». Siamo molto soddisfatti del grande interesse dimostrato e delle tante idee entusiasmanti che sono state sottoposte alla nostra attenzione. Tra i vari progetti presentati, il Consiglio di fondazione ne ha selezionati due, che la Fondazione Anny Klawa-Morf ha realizzato in collaborazione con i suoi partner in novembre/dicembre 2020. Qui sotto forniamo una breve descrizione dei progetti selezionati:

«Alone together» di cubique presents. La pandemia di Covid-19 e il conseguente lockdown hanno interrotto bruscamente anche le riprese previste di cubique presents, influendo pesantemente sulla vita quotidiana del team. Da questa situazione è nato il video di danza Alone Together, della durata di 7 minuti, sul tema dell’isolamento e dell’incertezza nella fase del lockdown. Le paure suscitate dal lockdown e le conseguenze sul piano psico-sociale sono ora affrontate in un gruppo di discussione digitale, in lingua francese, che viene moderato e interagisce con il pubblico. Questo gruppo di discussione coinvolge da un lato il corpo di ballo e dall’altro è arricchito dagli input sociologici e psicologici provenienti dall’esterno.

«Vivere con il coronavirus: le ripercussioni sulla generazione dei giovani e sul loro impegno volontario per la società» di foraus. Cosa è accaduto al volontariato durante il lockdown? Quale motivazione per il loro impegno hanno ricavato i volontari dalla situazione attuale? Quali opportunità e rischi risultano dalla pandemia per il volontariato e per il suo valore all’interno della società? Com’è possibile rafforzare ulteriormente la solidarietà sociale? Come possono i volontari confrontarsi e impegnarsi (virtualmente)? Ponendo l’attenzione sulle giovani generazioni, foraus – forum di politica estera intende approfondire queste questioni. L’obiettivo del progetto è raccogliere e documentare le esperienze dei giovani volontari relativamente alla pandemia di COVID-19 per 1) dare visibilità al volontariato a favore di una società vivace e solidale, 2) elaborare le best practice per affrontare le sfide che la pandemia pone al volontariato e 3) condividere queste esperienze con altre organizzazioni di volontariato e con il vasto pubblico.